Visit Tuscany, online il nuovo portale del Turismo in Toscana

Oltre dieci mila contenuti, tra idee, proposte di viaggio e territori da esplorare.

Sei siti web racchiusi in un unico grande portale al servizio del territorio, amministrazioni ed operatori turistici.

Una piattaforma dedicata a chi vorrà entrare a far parte di una redazione diffusa: la possibilità per tutti i target di promuovere la propria struttura, un evento di particolare interesse, una storia legata al proprio territorio.

Visittuscany.com  è questo: l’obiettivo ambizioso di diventare anche una best practice per tutti  quei territori regionali che intendono costruire un ecosistema digitale in grado di contribuire allo sviluppo del turismo. Tanto più che si inserisce su un solco che ha visto nel progetto e nel portale Toscana Ovunque Bella un tassello di promozione delle realtà locali  che si sta rilevando essere un vero successo.

Frutto di molto mesi di lavoro che ha visto la Fondazione Sistema Toscana in prima fila nel coordinamento ed organizzazione dei lavori: un sistema complesso ed ampio di vecchi website racchiusi armonicamente in un portale che presenta oltre 15.000 url: tra le priorità tecniche, la necessità di non perdere il posizionamento organico precedente e di mettere insieme un sistema di reindirizzamenti tale da creare una miriade di falle e di errori.
Per questo, l’attività SEO è stata corposa e continuerà ad esserlo: il processo di ottimizzazione dei contenuti e della struttura sarà costante e continuativa, perché costante e continuativa sarà l’attività redazionale.

Anche l’architettura dei contenuti è stata pensata in ottica utente, per offrirgli con facilità ed immediatezza ciò che effettivamente cerca: idee di viaggio, percorsi ed attrazioni. E per le imprese turistiche la possibilità di inserire la propria struttura e le proprie offerte.

Il progetto, inoltre, vederà un’intensa attività di digital advertising che nei prossimi mesi avrò l’obiettivo di dare ulteriore visibilità, nazionale e internazionale, al progetto, grazie al sostegno della Regione Toscana .

Leave a Reply